LA MARCIA 2014 E’ FINITA A SETTEMBRE

TI ASPETTIAMO AD AGOSTO DEL 2015. A BREVE LE DATE DEI PROSSIMI CAMMINI DI GRUPPO


(A SEGUIRE MATERIALE DI ARCHIVIO PER LA SOLA CONSULTAZIONE)

 

LOCANDINA DEFINITIVA DELL’EVENTO DAL 30 AGOSTO AL 7 SETTEMBRE

Da Foto dello scrapbook

EVENTI…NELL’EVENTO locandine delle singole giornate

30 Agosto Forlì del Sannio

31 Agosto Carovilli

3 Settembre Campodipietra

6 Settembre San Marco La Catola


Video di Presentazione del Cammino “Sulle Orme dei Sanniti”

Il Cammino in nove tappe

Il Cammino è di 8 tappe quest’anno però, in occasione della marcia corale, abbiamo deciso di suddividere la prima tappa in due giornate di cammino

N.B. IL PROGRAMMA E’ IN VIA DI DEFINIZIONE, POSSONO ESSERCI CAMBIAMENTI SIA NELLE TAPPE CHE NEI PROGRAMMI ACCOGLIENZA


GIORNO 1, Sabato 30 agosto: incontro ad Alfedena al Museo Archeologico alle ore 08:30, 

briefing cammino, visita al museo saluto e benedizione ai marciatori. Partenza alle ore 09.30 

percorso: Alfedena – Montalto di Rionero – Forlì del Sannio

Il crocevia della transumanza 1/2. Da Alfedena trasferimento fino al Ponte della Zittola poi inizio del percorso. Tappa intensa fisicamente, che dalla Zittola, area di crocevia di tratturi dove si separano il Castel di Sangro-Lucera e il Pescasseroli-Candela, il Cammino si inerpica dolcemente verso le colline di Rionero poi Forli del Sannio passando lungo la Via degli Osci. Superbi panorami delle Mainarde a fare da corollario alla tappa che si chiude in località Cese Nove, dove lasciamo il Regio Tratturo per scendere dolcemente verso l’abitato di Forli del Sannio dove passeremo la notte accolti dalla cittadinanza locale.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 15 KM

IN ELEVAZIONE 544 mt IN DISCESA 764 mt


GIORNO 2, Domenica 31 agosto

percorso: Forlì del Sannio – Roccasicura – Carovilli

Il crocevia della transumanza 2/2. Tappa di bassa intensità e chilometraggio limitato. Da Forli del Sannio partiamo verso l’alto molise raggiungendo prima località Canonica, ovvero rimboccando il Regio Tratturo poi seguendolo scendiamo verso la valle del Fiume Vandra che separa i due territori comunali. Da qui una ripida salita sterrata ci porta dopo circa un ora sul grande pianoro di Roccasicura, che aggireremo a Nord per proseguire verso il Ponte del Maltempo e poi Piano dell’Olmo, splendida località verde e pianeggiante. Da qui, lasciato il tratturo ci dirigiamo verso Carovilli che raggiungeremo in circa 2 ore, attraversando un fitto bosco e splendidi panorami sull’alto molise e le aree di Capracotta e Vastogirardi.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 15 KM

IN ELEVAZIONE 894 mt IN DISCESA 621 mt


GIORNO 3, Lunedì 1 settembre

percorso: Carovilli – Pescolanciano – Chiauci – Civitanova del Sannio

Tratturello di San Domenico. Ripartendo da Carovilli per il tratturello di S. Domenico riprendiamo ll grande Tratturo Regio in una tappa di media intensità con due passaggi molto suggestivi nell’area di Pescolanciano, paese completamente attraversato dal Tratturo e dove questo si manifesta ancora nella sua interezza e possenza, poi nel passo della Civita, quasi giunti a destinazione, con un grande panorama su tutto il tracciato fino a Duronia, meta del giorno successivo. Civitanova, splendido paese sul lato settentrionale della Montagola sarà il luogo di ospitalità e pernotto accolti dalla calorosa partecipazione del comune e dell’associazione Civitanovesi nel Mondo.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 18 KM

IN ELEVAZIONE 515 mt IN DISCESA 755 mt


GIORNO 4, Martedì 2 settembre

percorso: Civitanova del Sannio – Duronia – Torella – Castropignano

Sulle Orme dei Sanniti. Tappa di intensità medio bassa con pendenze elevate in salita nella prima parte del percorso e fino a Duronia. Paesaggisticamente bellissimo, il tratto nella parte mediana è un ampio e arioso altipiano che guarda verso il Matese ad oriente e verso l’Adriatico ad occidente. Prima sosta presso Duronia, colazione con i duroniesi e visita alle cinta fortificate sannitiche. Ripartenza alla volta di Molise e Torella del Sannio, illustrazione del Castello e del Museo dedicato a Elena Ciamarra e a seguire Didattica Itinerante sui Funghi Locali (Ass. Micologica Bresadola) e raccolta lungo il tracciato. Inoltre si promuoverà la Fotografia dei paesaggi attinenti il tragitto tratturale per la pubblicazione di un calendario o un libro che raccolga le immagini dell’evento (Comitato Nazionale del Paesaggio-Sezione del Molise). Proseguiremo oltre infine per la bellissima Castropignano visita al Castello d’Evoli e al Museo Arte Contadina. In serata ospitalità della cittadinanza grazie all’Associazione Castrum Pineani e all’amministrazione comunale.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 17,5 KM

IN ELEVAZIONE 663 mt IN DISCESA 764 mt


GIORNO 5, Mercoledì 3 settembre

percorso: Castropignano – Ripalimosani – Campodipietra

Il guado del Biferno e l’altipiano di Camposarcone. Tappa di media intensità per lo più in falsopiano eccetto la risalita verso S. Staefano, frazione di Campobasso, dopo il guado del Fiume Biferno. Paesaggisticamente tappa molto bella con il tratturo alle volte nella sua completa interezza, sia nell’area di Ripalimosani che in quella di Campodipietra. Prima sosta con visita alla Chiesa della Madonna della Neve e pranzo con i ripalimosanesi che ci accoglieranno nell’area delle Quercigliole. Ripartenza dopo pranzo alla volta di Toro dove incontreremo l’amministrazione comunale e visita al museo di arte contadina, poi proseguiremo per Campodipietra, meta finale della giornata, con visita al tempietto Sannita di Colle Rimontato (San Bartolomeo in Galdo). La sera sarà allietata dalla compagnia dell’associazione Il Tratturo e dalla popolazione locale.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 20 KM

IN ELEVAZIONE 636 mt IN DISCESA 738 mt


GIORNO 6, Giovedì 4 settembre

percorso: Campodipietra – Toro – Pietracatella

La valle del Fiume Tappino. Tappa di media intensità con ampie vedute nella parte terminale verso la valle del Tappino e i prospicenti Monti della Daunia. Ci si muoverà al di sopra del Fondovalle Tappino dopo aver superato il famoso ponte romano di Toro dove è prevista la pausa pranzo insieme ai toresi. Da li con pendenze inizialmente elevate raggiungeremo il paese di Pietracatella nel primo pomeriggio accompagnati dai Cavalieri di Pietracatella. Una volta in paese visita al borgo storico e accoglienza a cura dell’amministrazione comunale, della Confraternita di S. Maria di Costantinopoli e delle asscoiazioni locali Pro Loco e Irma di Marco.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 15 KM

IN ELEVAZIONE 514 mt IN DISCESA 349 mt


GIORNO 7, Venerdì 5 settembre

percorso: Pietracatella – San Marco la Catola

Panorami del lago di Occhito. Tappa molto intensa con elevati dislivelli sia in dicesa che in salita. Inizialmente si scende verso la valle del Fortore con splendidi scorci verso il lago di Occhito che approcceremo dal lato settentrionale per poi risalire, verso San Marco la Catola, dopo aver superato il Piano della Carpata e il Fiume Fortore. In questa tappa lasciamo l’originale tracciato del Tratturo, ormai invaso dalla Strada Statale 17 nota come Fondovalle Tappino, deviando su sentieri interni che garantiscono la necessaria naturalità interrotta. Fine tappa il piccolo comune di San Marco la Catola, con il suo convento Benedettino e i lontani panorami del lago d’Occhito in una cornice naturale di grande effetto, accolti dalla Pro Loco locale e dall’amministrazione comunale.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 21 KM

IN ELEVAZIONE 717 mt IN DISCESA 803 mt


GIORNO 8, Sabato 6 settembre

percorso: San Marco la Catola – Motta Montecorvino

I Monti della Daunia e la Crocella di Motta. Tappa di media intensità piacevole e ariosa con dislivelli molto blandi tra le due tappe. Passaggio iniziale per l’area di San Cristoforo con piccola colazione pre partenza poi direttamente ci muoveremo verso Motta Montecorvino attraverso boschi e panorami incantevoli. Alloggeremo per la notte a Motta Montecorvino, con l’antica quercia della Transumanza e dopo la visita al museo di arte contadina festa serale tra piatti tipici e musica locale grazie all’amministrazione locale e alla cittadinanza.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 18 KM

IN ELEVAZIONE 630 mt IN DISCESA 562 mt


GIORNO 9, Domenica 7 settembre

percorso: Motta Montecorvino – Lucera

Attraverso i campi dorati della Capitanata fino ai monti della Daunia. Tappa intensa per lunghezza ma praticamente sempre in discesa fino a Lucera. Splendidi panorami sulla Capitanta di Puglia, sede un tempo di immense aree pascolo per gli animali e oggi campi per la coltivazione di grano, ci regala scorci nostalgici e taverne e ruderi del tempo che fu, sulle vestigia delle antiche autostrade verdi. La pausa e sosta pranzo si faranno presso l’azienda agricola dei Sig.ri Fantetti in agro di Alberona. Da li in poi, muovendoci in lento declivio, avvisteremo poi Lucera che raggiungeremo prima di sera dove l’accoglienza e i saluti celebreranno la fine del Cammino insieme alla Pro Loco e all’amministrazione comunale. Festa di Commiato.

prolfilo altimetrico

DISTANZA 26 KM

IN ELEVAZIONE 158 mt IN DISCESA 577 mt


Anche nel 2015 ti aspettiamo, lieti di accoglierti