dal 22 Settembre al 1 Gennaio 2018

"Terre in Cammino"

Dalla collaborazione di Attraverso il Molise e la Via Micaelica Molisana, 3 appuntamenti alla scoperta Terra Molise, dalle aree montane fino al mare. Un territorio ricco e sapiente che vive, e ancora denota il suo carattere di passaggio, di transito, crocevia di uomini e pellegrini, sulle rotte della spiritualità verso Monte Sant'Angelo e poi la Terra Santa. 


Group of hikers walking on a mountain at sunset

dal 22 Settembre al 1 Ottobre – Via Micaelica Molisana

dal 9 al 12 Novembre – Vie della Guerra e della Pace

dal 28 al 1 Gennaio – Cammino dei Sanniti,  Dalla Montagna al Mare 

Info e contatti: tratturoc2c@gmail.com


Allo scopo di promuovere le risorse del territorio (culturali, paesaggistiche, ambientali, storiche, archeologiche, naturali ed enogastronomiche) e il turismo culturale, artistico, naturalistico, sportivo, enogastronomico, l’Associazione di Promozione Sociale .AttraversoilMolise., in partenariato con l’Associazione Via Micaelica MolisanaAntiqua itinera (nell’ambito della costituenda “RCM-Rete Cammini del Molise”), ha dato luogo dal 1 giugno 2017 al 31 gennaio 2018 ad eventi di promozione turistico-culturale raccolti sotto la denominazione di progetto “Terre in cammino – il Molise dai monti al mare


Evento 1

Via Micaelica Molisana III edizione (Fonti del Volturno – Monte Sant’Angelo – Siponto), dal 22 di settembre al 1 di ottobre 2017.

PROGRAMMA Via e Ciclovia Micaelica Molisana III edizione, dal 22 di settembre al 1 di ottobre 2017 
 

ven. 22/09 – ore 16, “San Michele Arcangelo in Molise – religione, storia, antropologia”, simposio inaugurale a Castel San Vincenzo (IS) (DOCUMENTAZIONE GRAFICA: VMM_Simposio_22 settembre.jpg) 

sab. 23/09 – ore 8, raduno, briefing e partenza dei camminatori e dei ciclo-camminatori dall’Eremo di S. Michele a Foce (Castel San Vincenzo – IS) 

Territori (Comuni) attraversati dal 23/09 al 29/09:

San Vincenzo/Rocchetta al Volturno (IS) – Colli al Volturno (IS) – Isernia/Pettoranello (IS) – Castelpetroso (IS) – Sant’Angelo in Grotte (IS) – Bojano (CB) – Vinchiaturo (CB) – Mirabello/Gildone/Jelsi (CB) – Gambatesa (CB) – Celenza Val Fortore (FG), Casalvecchio (FG) – Torremaggiore(FG) – San Severo (FG) – San Marco in Lamis (FG) – San Giovanni Rotondo (FG).

Meta: Grotta/Santuario di San Michele a Monte Sant’Angelo (FG)  

sab. 30/09 – 1/10 – ritiro dei camminatori e dei ciclo-camminatori, e di altri ospiti convenuti apposta per l’occasione, presso l'Abbazia di S. Maria di Pulsano (Monte Sant’Angelo – FG) 

dom. 1/10 – discesa a Siponto (FG), visita del sito archeologico dell’antica Sipontum e delle basiliche cristiane dislocate nelle immediate vicinanze (S. Maria Maggiore e San Leonardo); rientro serale verso le proprie rispettive destinazioni.


Evento 2

Cammino dei Sanniti – dalla Montagna al Mare: 28 dicembre 2017-1 gennaio 2018

Giorno 1 – mercoledì 28

Arrivo in treno a Isernia (servizio trasporto bagaglio-a-mano).

– pranzo con propri viveri

Ritrovo nei pressi della stazione (per coloro che arrivano in treno).

Passeggiata fino al centro storico e visita alla parte vecchia della città. Possibilità di visita agli scavi del tempio latino.

Trek: Breve Itinerario di visita nel centro storico. Isernia è città d’origine italica che nel 263 a.C. divenne colonia romana affidata a coloni latini che, nel punto dominante della nuova città, edificarono un grande tempio dedicato a Giove (le basi del grandioso podio si trovano al di sotto dell’attuale cattedrale di San Pietro). Il centro storico della città offre la possibilità di una bella passeggiata tra i vicoli e le piccole piazze che si diramano dal corso Marcelli, spina dorsale della città vecchia. Salendo dalla piazza della cattedrale si arriva nella piazza Celestino V, dove è ubicata la fontana Fraterna, riconosciuta come una delle più belle dell’Italia minore, monumento simbolo della città ma anche il più intrigante e misterioso di Isernia per l’assoluta incertezza nella conoscenza delle sue origini, della sua storia e delle sue evoluzioni architettoniche.

Sistemazione in B&B del centro storico (o albergo).

Cena informale, a base di prodotti e cucina del territorio (in dimora rurale o trattoria del centro storico). Durante la cena presentazione del viaggio e degli itinerari.

 

Giorno 2 – giovedì 29

Colazione.

Ore 8,45 trasferimento con pulmino riservato e/o auto a Roccasicura.

Itinerario sul Regio Tratturo Castel di Sangro-Lucera. Sosta a Carovilli. Visita ai resti delle mura sannitiche, parte di un sistema difensivo che controllava l'alto Molise. Proseguimento per Pescolanciano, visita al castello e al museo delle “Ceramiche di Pescolanciano” (le visite sono soggette all'effettiva apertura dei siti)

Ore 17,00 Rientro a Isernia.

Trek: Roccasicura (740 m), Carovilli (890 m), Pescolanciano (800 m)

– pranzo con propri viveri

Quota di partenza: 740 m Dislivello salita: 620 m

Quota di arrivo: 800 m Dislivello discesa: 550 m

Lunghezza tappa: 16 km Ore di cammino effettive: 4,30

Cena (in dimora rurale o trattoria del centro storico). Menù della Cucina di tradizione

 

Giorno 3 – venerdì 30

Colazione.

Ore 9,30 trasferimento con pulmino riservato e/o auto a Marina di Montenero di Bisaccia.

Itinerario sul Regio Tratturo L’Aquila-Foggia, il Tratturo Magno, dalla marina di Montenero a Petacciato, percorso che si svolge interamente sulla costa. Trasferimento in casa vinicola, visita alle cantine e degustazione. Proseguimento del trek, via spiaggia, fino al borgo medievale di Termoli.

Trek: Marina di Montenero di Bisaccia (slm), Termoli (11 km)

– pranzo al sacco con propri viveri

Quota di partenza: 0 m Dislivello salita: 150 m-

Quota di arrivo: 21 m Dislivello discesa: 130 m

Lunghezza tappa: 11 km Ore di cammino effettive: 4,00

Sistemazione in B&B e Albergo diffuso.

Cena in ristorante. Menu della Cucina di Tradizione

 

Giorno 4 – sabato 31

Colazione.

Ore 9:00 trasferimento in pulmino riservato a Casacalenda

Trek lungo la Valle del Cigno, fino a Larino. Spostamento in casa privata: L'olio di Larino, qualità e sapore. Degustazione dell'olio con bruschetta e minestra di legumi.

Trasferimento a Larino medievale e visita. (Se possibile, prima della visita a Larino, breve trek su un tratto di via Francigena e sul Tratturo Sant'Andrea – Biferno).

Trek: Casacalenda (611 m slm), Larino (158 m slm)

Quota di partenza: 611 m Dislivello salita: 695 m

Quota di arrivo: 158 m Dislivello discesa: 1148 m

Lunghezza tappa: 14 km Ore di cammino effettive: 4:50

Trasferimento con pulmino riservato a Termoli e rientro in B&B.

Cena di Fine anno in ristorante – menu della tradizione a base di pesce

 

Giorno 5 – domenica 1° gennaio

Colazione.

Visita al borgo antico. Il borgo marinaro antico di Termoli sorge su un promontorio affacciato sul mare Adriatico, delimitato da muraglioni che lo separano dal resto del centro urbano. I monumenti più antichi del borgo sono la Cattedrale e il Castello Svevo, voluto forse da Federico II come torre di vedetta sull'Adriatico.

– pranzo con propri viveri

– recupero del bagaglio-a-mano.

Viaggio di rientro per le proprie sedi.

FOTOGRAFIE DELL'EVENTO TERRE IN CAMMINO


 VIA MICAELICA MOLISANA FOTO

 


IL CAMMINO DEI SANNITI – DALLA MONTAGNA AL MARE FOTO